News

Wi-Fi 802.11 ac

Wi-Fi 802.11 ac e generazione mobile: pronti a superare il Gb/sec?

Lo standard del Wi-Fi 802.11 ac è una tecnologia che, facendo leva  su un’ampia larghezza di banda (fino a 160 MHz), numerosi flussi spaziali MIMO (fino a 8), MIMO multi-utente e modulazione ad alta densità (fino a 256 QAM), permette velocità all’interno di una WLAN multi-stazione anche di 1 Gbit/s. Un risultato notevole, ma sempre più necessario per far fronte alle esigenze degli utenti più evoluti, in particolare quelli legati alla tecnologia mobile.

Lo sviluppo delle nuove tecnologie sta generando infatti una categoria di lavoratori e professionisti emergenti che utilizza prevalentemente dispositivi mobili ed ha un nuovo approccio di lavoro.

Basta lavorare poche ore fianco a fianco a questi  nuovi professionisti per notare che :

  • hanno una propensione orari di lavoro non tradizionali
  • richiedono luoghi di lavoro e spazi funzionali flessibili
  • richiedono che l’accesso alla rete internet sia affidabile e veloce

Queste figure professionali moderne utilizzano in maniera importante smarphone, talbet e pc portatile, spesso dotati solo di connessione Wi-Fi per potersi connettere ad internet o alla rete locale.

Il cambiamento rende l’infrastruttura Wi-Fi fondamentale per il corretto funzionamento dei dispositivi.

L’infrastruttura deve già da oggi:

  • Permettere un accesso semplice agli utenti
  • Essere Sicura
  • Essere Stabile
  • Essere Veloce
  • Gestire il traffico controllando anche il mondo delle app utilizzate dagli smartphone o tablet

La rete Wi-Fi, oggi, è spesso gestita come rete secondaria e con scarsa performance e livelli di sicurezza scadenti. Questo ostacola la potenzialità dei dispositivi mobili ed i vantaggi ad essi collegati.

Approcciare le rete Wi-Fi in modo diverso può garantire già da oggi connessioni con velocità superiori al 1Gb/sec grazie appunto al Wi-Fi 802.11 ac. Tali connessioni sono gestibili sia in locale che da remoto, hanno il controller a bordo e sono in grado di “autoregolarsi” secondo l’afflusso di persone all’interno dell’area coperta e secondo le caratteristiche dei servizi che vengono utilizzati dentro la rete.

Da questo punto di vista, i notevoli passi avanti fatti dall’uscita dei primi access point (ben 10 anni fa!) vanno di pari passo a quanto avvenuto per la telefonia mobile.

L'evoluzione del mobile va parallela a quella che ha portato al Wi-Fi 802.11 ac

Si è infatti passati dal vecchio dispositivo Etacs al 2g, conosciuto come GSM, poi al 3g ed infine al 4g, con una radicale trasformazione dei dispositivi, testimoniata anche dal punto di vista lessicale con l’evoluzione da “telefono cellulare” a “smartphone”. Ai cambiamenti della tecnologia mobile, sono corrisposti adeguati miglioramenti di quella Wi-Fi: oggi più che mai le due tecnologie sono interdipendenti tra loro.

Rispetto alla rete cablata, il Wi-Fi ha sicuramente un impatto economico minore ed anche un punto di ritorno dell’investimento minore rispetto alla rete cablata. Ma se si investe in un infrastruttura Wi-Fi 802.11 ac, è fondamentale affidarsi al fornitore di tecnologia o al consulente giusti, basandosi non solo sulla valutazione economica, ma anche sulla competenza e sul livello di assistenza che può fornire.

Il professionista giusto:

  • Fornisce access point con controller (la vostra rete sarà sicura, con rendimenti alti in termini di velocità, gestibile, facilmente espandibile)
  • Fornisce apparati garantiti a vita
  • Fornisce assistenza e controllo degli apparati da remoto
  • Frequenta corsi di formazione continua
  • Ha alle spalle player importanti che possono fornire supporto di livello superiori in caso di problematiche complesse (ad es. Aruba Networks, nel nostro caso)
  • E’ dotato di strumentazione per certificare o identificare problemi di rete

Le caratteristiche sopra riportare fanno la differenzia tra un azienda che si limita a commercializzare prodotti ed un azienda che, oltre a fornirvi apparati, ha le capacità di risolvere i problemi quando si presentano.

Vi invitiamo ad approfondire la tematica della generazione mobile e ha contattarci per approfondire all’indirizzo info@v3elettroimpianti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *